BISCOTTI GIRANDOLA

La cosa che mi piace fare e lo sapete sono i dolci. Forse perche’ amo mangiarli, per me sono una vera coccola. Io quando mi sento giu’ vado subito in cerca di fare un  dolcetto, cosi’ mi tengo impegnata e se mi viene buono mi rissollevo il morale. Pero’ adoro ancora di piu’ fare dei dolcetti per i bimbi!!! All’asilo di mio figlio periodicamente ci si ritrova per qualche festa e io allora mi metto subito a pensare cosa posso portare… Pero’ penso in “piccolo” , volevo dire penso a loro, ai bambini, qualcosa che li attiri e li diverta… Questi biscotti sono nati pensando al rotolo con la cioccolata che era piaciuto tanto e lo trovate qui , la forma a girandola attira cosi’ ho voluto provare a fare una frolla con un ripieno di marmellata da poter arrotolare. Sono stati un successo, i bimbi li prendevano come fossero dei lecca lecca e si divertivano a mangiarli. Io ho messo la marmellata di ciliegie ma si possono fare con qualsiasi tipo, se li volete piu’ golosi potete mettere anche della crema alle nocciole.

Ingredienti per 30 biscotti:

  • 300 gr. di farina “00”
  • 50 gr. di farina di mandorle
  • 200 gr. di burro
  • 2 tuorli
  • 100 gr. di zucchero semolato
  • 30 gr. di zucchero a velo vanigliato
  • la scorza di un limone bio
  • un pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 2 cucchiai di marmellata di ciliegie

Iniziamo montando il burro ammorbidito precedentemente con lo zucchero semolato e quello vanigliato. Aggiungiamo il sale e la scorza del limone. Uniamo i tuorli e montiamo fino a quando il composto non e’ bello spumoso. Ora incorporiamo un po’ alla volta la farina setacciata con il bicarbonato e amalgamiamo tutto bene. Prendiamo una pirofila rettagolare si circa 35×45 e la foderiamo con la carta da forno. Stendiamo con una spatola l’impasto e lo mettiamo in frigo per 10 minuti, non deve raffreddarsi troppo senno’ non riusciamo ad arrotolarlo. Trascorso il tempo riprendiamo l’impasto e spalmiamo la marmellata. Lo arrotoliamo dandogli la forma di un salame. Avvolgiamo con la carta da forno e lo lasciamo riposare in frigo per 40 minuti. Riprendiamo il rotolo e iniziamo a tagliare a rondelle spesse circa 1,5 cm. e le adagiamo su una teglia ricoperta da carta da forno. Preriscaldiamo il forno ventilato a 160° e cuociamo per 15/20 minuti, devono essere dorati. Appena li sforniamo inseriamo i bastoncini.

 

LE CAMILLE

Questo fine settimana e’ stato molto bello, grazie al tempo che ci ha regalato un tepore primaverile, in piu’ con il cambio dell’ora le giornate si allungano e a me piace un sacco! Abbiamo fatto giardonaggio, con la gioia di mio figlio che adora stare fuori con i miei pelosetti ( ormai diventati di sua proprieta’) , mi piace guardarlo mentre gioca con loro perche’ hanno una bella sintonia specialmente con Buddy che e’ il piu’ giovane dei due cani. La mattinata e’ passata in un lampo, ci siamo dati una ripulita e abbiamo fatto un  bel pranzetto e ora arriva il bello… Avevo promesso al piccoletto che visto che era stato bravo gli avrei comprato un elicottero che desiderava da tanto tempo. Non voglio viziarlo, pero’ trovo giusto,  se e’ bravo , ogni tanto vada premiato. Per cui nel pomeriggio e’ iniziata la ricerca, che e’ durata parecchio con l’ansia nostra che non lo trovavamo e l’aspettativa del mio bimbo che glielo avevamo promesso! Per fortuna i miei genitori che sapevano cosa desiderava lo hanno trovato e in serata ha avuto il suo elicottero! Non e’ facile fare i genitori, io non amo i bimbi viziati e dirgli no molte volte mi fa male, pero’ i no arriveranno sempre nella vita e dobbiamo abituare anche i nostri bimbi a riceverli. Certe volte mi sento dire che sono troppo rigida e vi giuro ci sto male, ogni sera mi faccio un’esame di coscienza. Pero’ vedo che il rapporto si e’ rafforzato molto e tutti mi dicono che e’ mammone e lo vedo anche io, mettere delle regole secondo me non vuol dire essere severi, perche’ quando e’ ora di giocare io ci sono, quando e’ ora delle coccole io ci sono e se vuole parlare io ascolto sempre, viene al primo posto in qualsiasi momento. Pero’ adoro viziarlo nel mangiare, mi piace vedere quando gusta cio’ che faccio, per cui ero stra felice quando si e’ gustato queste camille che sono davvero favolose e ottime per una sana merenda. La ricetta l’ho presa dalla bravissima Assunta la sua ricetta la trovate qui !

058caIngredienti:

  • 250 gr. di carote
  • 3 uova piccole
  • 100 gr. di farina di mandorle
  • 200 gr. di farina “00”
  • 100 gr. di succo d’arancia bio
  • 80 gr. di olio di semi
  • 200 gr. di zucchero a velo vanigliato
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • buccia grattuggiata di un arancia
  • un pizzico di sale

Per prima cosa laviamo, peliamo e gratuggiamo le carote. Le frulliamo con l’olio e il succo d’arancia fino a quando non diventa una crema. In un’altro recipiente montiamo le uova con lo zucchero, uniamo la farina di mandorle , la buccia delle arance, il pizzico di sale e mescoliamo bene. Incorporiamo la crema di carote sempre mescolando. Infine aggiungiamo la farina setacciata precedentemente con il lievito. Mettiamo il composto nei pirottini per muffin, e cuociamo a forno gia’ caldo a 180° per 20 minuti. Appena fredde le chiudiamo nei sacchetti di cellophane cosi’ restano morbide.

073caEd ecco la fine delle camille!!!!

BISCOTTI AL CIOCCOLATO CON GANACHE FONDENTE ALLA CANNELLA

Avete fatto l’albero?! Su facebook ho visto tantissime foto dei vostri alberelli. Noi a dire la verita’ ci siamo presi in largo anticipo perche’ il piccolo non vedeva l’ora di farlo. Quest’anno sento davvero molto quest’aria di festa ma non quella consumistica, neanche quella delle corse al regalo…. Ma quella vera, quella magica, che ti fa restare incantata davanti alle luci, che ti fa ritornare bambino, che ti fa assaporare le piccole delizie di questo periodo. Per cui ho deciso che anche io come pensierini voglio fare dei regali fatti con le mie mani. Ora sto gia’ pensando a come fare le confezioni, a quali biscotti o dolcetti  sperimentare. Trovo che un regalo non deve essere per forza costoso ma fatto con il cuore, e molto importante il biglietto che lo accompagna!!!
Per cui ecco i primi esperimenti, sono dei biscottini con la frolla al cacao e un ripieno goloso di ganache al cioccolato fondente e cannella. Se non piace la cannella si puo’ fare con qualsiasi altra cosa, zenzero, granella di nocciole insomma sbizzarritevi con tutto cio’ che vi piace! Sono davvero deliziosi perche’ sono friabili fuori con un cuore morbido all’interno.

 

Ingredienti per 20 biscotti:
300 gr. di farina
120 gr. di zucchero semolato
30 gr. di zucchero a velo
170 gr. di burro ammorbidito
1 uovo
3 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 pizzico di bicarbonato
1 pizzico di sale

Per la ganache alla cannella:
125 gr. di panna liquida
190 gr. di cioccolato fondente tritato
1/2 cucchiaino di cannella in polvere

Iniziamo con la frolla, mettiamo il burro ammorbidito con gli zuccheri , l’uovo e amalgamiamo il tutto a crema. Aggiungiamo la farina e il cacao setacciati, infine il sale e il bicarbonato. Impastiamo tutto velocemente. Il composto deve essere morbido ma senza grumi. Formiamo una palla, la avvolgiamo con la pellicola e mettiamo in frigo per almeno un’ora. Intanto facciamo la ganache, in un pentolino facciamo bollire la panna. Uniamo il cioccolato tritato, la cannella e amalgamiamo con una frusta fino a quando non diventa una crema liscia e lucida. Versiamo in un recipiente e lasciamo intiepidire. Riprendiamo la frolla, la stendiamo e dobbiamo fare con gli stampini due dischi uguali, nel centro di un cerchio mettiamo un po’ di ganache poi appoggiamo l’altro sopra e con le dita chiudiamo bene i bordi. Andiamo avanti cosi’ fino a quando non si finisce la frolla. Cuociamo in forno gia’ caldo a 170° per 20 minuti.

 

Con questo post partecipo al Giveaway della mia cara amiva Vaty, mi fadavvero piacere esserci ora che sto di nuovo curando questo mio piccolo spazio anche perche’ LEI c’e’ sempre stata per me ed e’ una persona davvero fantastica che sa farti stare bene!!!!

 

MUFFIN BIANCHI E NERI

Ho pensato molte volte di lasciare questo spazio, ma ogni volta che scrivo mi sento bene e’ qualcosa di mio che mi rappresenta, un diario, un posto dove ho conosciuto tante bellissime persone per cui faro’ pochi post ma non riesco a smettere. Non so a quanti interessa cio’ che scrivo ma mi fa stare bene e poi non siete mica obbligati a leggere le mie farneticazioni potete anche solo guardare le ricette sperando di dare qualche spunto:)
Siamo a dicembre qui a casa quest’anno si sente molto il clima natalizio, mio figlio e’ piu’ grande e ora si e’ fissato con Babbo Natale e io mi diverto un sacco perche’ torno bambina!!!! Ieri abbiamo avuto una festa all’asilo e devo dire che mi stupisco sempre di certe domande che mi vengono fatte… Ormai sapete che mio figlio e’ stato addottato ed e’ di colore, questo e’ un dato di fatto. Accetto volentieri chi e’ curioso di sapere il percorso credo sia naturale voler conoscere come si svolge, ma faccio fatica ad accettare ancora certe domande o certe affermazioni. Sinceramente la prendo spesso sul ridere pero’ dai bisogna collegare il cervello quando si parla. Tra quelle piu’ belle c’e’ ” parla italiano?” ma ti ho appena detto che e’ qui da piu’ di un anno cosa pensi che parli?! Oppure “ma proprio nero dovevate prenderlo?!” e certo perche’ abbiamo avuto un catalogo per poterlo scegliere. Ma la piu’ bella e’ stata davanti a mio figlio ” ma lui lo sa che non e’ tuo figlio vero?” Sono rimasta basita, lui e’ mio figlio vero, non e’ nato dalla mia pancia ma e’ nato dal mio cuore e questo lui lo sa perche’ glielo dico sempre , come sa che lo amo piu’ della mia vita. Per fortuna ce ne sono poche di persone con il cervello scollegato. Devo dire che invece i bambini sono sempre i migliori, all’asilo e’ l’unico bimbo di colore e non ha mai avuto problemi anzi e’ pieno di amici, le bambine lo trattano come un bambolotto perche’ e’ un po’ piu’ piccino e se lo coccolano e i bambini ormai lo hanno preso in simpatia perche’e’ furbo e ne combina una piu’ del diavolo per cui si divertono. Tutto questo per dire che qualsiasi cosa nella vita decidiamo ci sara’ sempre qualche persona che ci critichera’, che ci fara’ sentire inadeguati ma andiamo avanti sempre a testa alta perche’ se vogliamo davvero qualcosa alla fine molte volte la avremo senno’ non avremo il rammarico di averci provato. Lo so vi ho stressato, un post con troppe cose per cui ora ecco la ricetta di questi muffin davvero semplici ma molto buoni e carini e anche per dire che bianco e nero stanno benissimo insieme! Mio figlio li ha divorati!!!

Ingredienti per 8/10 muffin:
200 gr. di farina “00”
50 gr. di farina di riso
3 uova
150 gr. di zucchero
15 gr. di cacao amaro in polvere
150 ml. di latte
20 gr. di gocce di cioccolato fondente
2 gocce di essenza di vaniglia
8 gr. di lievito per dolci
un pizzico di sale
125 gr. di burro ammorbidito

Per iniziare lavoriamo il burro morbido con lo zucchero. Aggiungiamo le uova una alla volta fino a quando non si sono amalgamate. Uniamo l’essenza di vaniglia e il latte. In un’altra ciotola setacciamo le farine e ne togliamo 20 gr. che useremo dopo. Aggiungiamo il lievito e il sale. Ora versiamo le farine nel composto di burro e mescoliamo velocemente. Prendiamo due ciotole in una versiamo meta’ del composto e i 20 gr. di farina con le gocce di cioccolata e nell’altra il rimanente impasto e il cacao, amalgamiamo le due creme. Le versiamo in due sache a poche e versiamo nei pirottini prima uno strato bianco, poi uno nero e infine un’altro bianco. Potete fare anche il contrario decidete voi. Cuociamo a forno gia’ caldo a 180° per 20/25 minuti.  Ho decorato con dei cuoricini di zucchero ma potete anche spolverizzarli con lo zucchero a velo.

 

Ora vorrei dire solo una cosina, vorrei partecipare al giveaway dell’Arabafelice perche’ lei fa 5 anni di blog e io la seguo da tre. Credo sia stato amore a prima vista ops a prima lettura. Fa delle belle ricette e ne ho provate, ha delle belle foto, ma cio’ che mi piace e’ il modo di scrivere, devi leggere perche’ ti cattura. Non per niente ha vinto i blogger award  e io ne ero certa. Oltre a questo mi piace perche’ a modo suo mi fa conoscere sempre qualcosa di quel strano paese in cui vive senza mai annoiare e io sono curiosa di natura!!!
Per  cui Auguri e spero di leggere ancora molte cose!!!

GIRELLE ALLA CANNELLA, MELE E NOCI… Il mio dolce del cuore

Per me come avrete capito i dolci hanno qualcosa di speciale, sono una coccola, servono per festeggiare, tirano su il morale in giornate buie… Cosi’ quando Imma ha proposto questo bel contest non potevo non partecipare.
Questi dolcetti hanno una storia, quando siamo stati ad Addis Abeba per prendere nostro figlio siamo rimasti li per un tempo piu’ lungo del previsto per problemi burocratici. Io che amo i dolci mi ero portata via varie cosine cosi’ non sarei andata in crisi di astinenza ma le scorte finiscono… Cosi’ abbiamo iniziato a girare per trovare qualcosa di dolce. Dovete sapere che gli etiopi sono dei bravi panificatori, il loro pane e’ buonissimo e noi avevamo la fortuna di avere un panificio vicino. Poi abbiamo anche scoperto una specie di caffetteria e li ogni mattina c’erano vari tipi di brioche davvero sfiziose. Io e mio figlio ci siamo innamorati di una in particolare, una girella con la cannella e le mele. Per me i dolci di mele sono sempre stati qualcosa di speciale e queste girelle erano fantastiche!!! Cosi’ arrivata a casa dovevo provare a rifarle e credo che il risultato sia stato soddisfacente e non solo per me perche’ sono andate a ruba!!!

 

Ingredienti:
225 gr. di farina manitoba
25 gr. di burro
3 gr. di lievito di birra secco
1 uovo
125 ml. di latte tiepido
2 cucchiaini di zucchero
un pizzico di sale

Per la farcitura:
50 gr. di burro morbido
1 mela grattugiata
2 cucchiaini di cannella in polvere
50 gr. di zucchero di canna scuro

Per la superficie:
30 gr. di noci a pezzi
sciroppo d’acero q.b.

In una ciotola setacciamo la farina e il sale, uniamo il lievito e lo zucchero. Uniamo il burro e con le mani iniziamo a lavorarlo finche’ otteniamo una pasta simile alle briciole. Mettiamo l’uovo e il latte tiepido e impastiamo fino a quando non diventa un composto compatto. Formiamo una palla , copriamo la ciotola e mettiamo a lievitare fino al raddoppio. Trascorso il tempo riprendiamo la pasta e la stendiamo in un rettangolo piu’ o meno di 30×23 cm. Per farcirlo mescoliamo il burro morbido con le mele, la cannella e lo zucchero. Spalmiamo il composto sulla pasta lasciando tutt’attorno un piccolo bordo. Arrotoliamo e sigilliamo bene i bordi. Tagliamo il rotolo in 12 fettine e le mettiamo su una placca rivestita da carta da forno. Copriamo e lasciamo lievitare alti 30 minuti. Prima di cuocerle a 190°, forno gia’ caldo, versiamo con un cucchiano lo sciroppo d’acero e cospargiamo con le noci. Cuociamo per 30 minuti.
Ho voluto fare l’impasto a mano perche’ ad Addis Abeba e’ cosi’ che lo fanno ma si puo’ usare anche l’impastatore. Il profumo che sprigionano mi fa venire in mente tanti ricordi …

Come sempre le manine spuntano…

E poi si mangia!!!!

Con questa ricetta partecipo al contest dolci a go go dolci del cuore