SUSHI PER… ” CUCINA A QUATTRO MANI”

Ed eccoci arrivati alla “Cucina a quattro mani” vale a dire Dolcemeringa e Ghiotto di salute hanno lavorato per voi!!!! A parte gli scherzi lo sapete che io e Luisa ci divertiamo in cucina e ogni tanto facciamo degli esperimenti insieme! Sono le nostre giornate, in cui ci rilassiamo, chiacchieriamo e cuciniamo! A noi non servono i locali esclusivi o alla moda ci basta una cucina, dei fornelli e il nostro Kitchenaid e siamo contente:-) Insieme poi formiamo una squadra incredibile! Per cui ci siamo messe d’impegno e abbiamo fatto il sushi. Ora io vi postero’ i miei con il pesce che ho portato io: tonno , salmone e granchio per cui l’ho chiamato ” sushi in red “. Luisa  ha “il sushi in white” . Io vi spieghero’ la cottura del riso ma andate su Ghiotto di salute per sapere come fare il resto!

Ingredienti per 2/4 persone :
250 gr. di riso per sushi Gohan ( in alternativa usate il riso arborio)
300 ml. di acqua
50 ml. di aceto di riso ( in alternativa quello di mele)
25 gr. di zucchero
5 gr. di sale
alghe nori
semi di sesamo Melandri Gaudenzio
1 avocado
100 gr. di tonno affumicato
100 gr. di salmone affumicato
100 gr. di polpa di grancho gia’ lessata

La prima cosa da fare e’ eliminare l’amido dal riso sciaquandolo fino a quando l’acqua non diventa limpida. A questo punto bisogna lasciare asciugare il riso in un filtro. Mettiamo il riso in una pentola lo copriamo con l’acqua e cuociamo a fuoco medio per 10/15 minuti. Trascorso il tempo lo copriamo con un coperchio per altri 5/10 minuti. Intanto in un’altra pentola mettiamo l’aceto di riso, il sale e lo zucchero e li facciamo amalgamare a fuoco basso senza farli bollire. Scoliamo il riso e lo mettiamo nella pentola con il condimento cercando di mescolarlo per non farlo attaccare. Poi prendiamo un panno e lo copriamo fino a quando si sara’ raffreddato. Ora bisogna comporlo per cui andate da Luisa, noi per questioni di sicurezza abbiamo preso pesce affumicato o come la polpa di granchio in scatola. L’avocado quando lo tagliate a pezzettini mi raccomando irroratelo con il limone senno’ annerisce.

I maki sono i rotolini con l’alga all’esterno
I california sono i rotolini con il sesamo
I nigiri quelli con il pesce sopra

AMICIZIA IN CUCINA…SECONDA PARTE! LA MERINGATA

Ecco la meringata, il dolce che ha concluso la nostra prima giornata di cucina a 4 mani in amicizia. E’ strano per me essere riuscita a trovare un’ amica che mi capisce fin nel profondo, che non giudica ma consiglia, che mi vuole bene incodizionatamente…Forse in questo particolare momento ci facciamo forza a vicenda e non so se chiamarlo DESTINO ci ha fatto avvicinare quest’anno, quando tutte e due avevamo dei grandi cambiamenti nella nostra vita. Le nostre giornate passano tra chiacchiere (e quante chiacchiere) , risate e… cucina. Cose semplici e genuine ma che ci accomunano. Questa meringata ….

e’ la degna conclusione di una splendida giornata dove per la prima volta abbiamo corso tutti assieme, e ci siamo fatti una bella cenetta leggera per finire con una fettona ….

L’assemblaggio e’ stato semplice: una volta fatta la meringa vedi qui e il gelato al pistacchio di Bronte vedi qui abbiamo messo un disco di meringa, il gelato e un altro disco. Abbiamo montato la panna HuLaLa’ senza grassi idrogenati con due cucchiaini di stabilizzatore per panna e spalmata sulla superficie. Abbiamo decorato con delle codette di cioccolato e le meringhette e voila’….

AMICIZIA IN CUCINA… OVVERO OMBRETTA E LUISA’S MERINGATA

Questa e’ la storia di amicizia e di cucina… Le due donne protagoniste sono amiche per la pelle “da sempre”… Eppure si conoscono da forse un anno al massimo.
Cosi’ vicine…cosi’ intime… cosi’ simili… unite da tanto, da tutto… In comune una passione per la cucina che le accompagna fin dall’origine della loro amicizia… anzi, forse fu proprio la cucina ad esser galeotta…
Un legame forte, un’unione salda… fatta di lunghe telefonate, abbracci fortissimi, ciaccole infinite… fatta di ricette speciali per ogni occasione.
E’ il potere della magia del cibo… dell ‘affetto vero e puro… un’amicizia genuina, intensa, che sembra durare da sempre…
Oggi questa storia ci porta nella cucina di Luisa… per creare a 4 mani il dolce che racchiude i gusti e i sapori piu’ amati: la meringata con gelato al pistacchio di Bronte…

Io ho fatto la meringa…
Ingredienti:
3 albumi
120 gr. di zucchero
1/2 limone
1 pizzico di sale

Con la frusta elettrica ( io ho usato il kitchenaid e vengono benissimo) montiamo gli albumi per 5 minuti. Quando avranno raggiunto una consistenza spumosa, aggiungiamo il sale e il succo del limone. Montiamo per altri 5 minuti. Versiamo un cucchiaio di zucchero alla volta, montando per un minuto tra un cucchiaio e l’altro. Il composto deve essere lucido e denso. Poi dobbiamo sbattere gli albumi per altri 10/15 minuti, se usate le fruste elettriche state attenti che non si surriscaldino senno’ vi fermate per farle raffreddare. Alla fine deve essere un composto omogeneo ma compatto e sodo. Inseriamo dentro una sacca da pasticciere con una bocchetta dentellata e formiamo le meringhe su una placca precedentemente coperta da carta forno. Le inforniamo a forno gia’ caldo a 120° appena infornate abbassiamo a 90°. Le cuociamo per 2 ore. Poi spegniamo il forno e apriamo poco lo sportello, lasciamo dentro le meringhe ad asciugare finche’ il forno non sara’ freddo. Vanno conservate in un contenitore ermetico.

Fine prima parte….TO BE CONTINUED…..
………ma ….. il gelato al pistacchio di Bronte ???