STUZZICHINI CON PASTA SFOGLIA

Che giornate, aver cambiato mansione a lavoro e’ come ricominciare tutto dall’inizio!!! Il primo giorno mi sono ritrovata in panico, mi dicevano che era molto piu’ semplice di quello che facevo ma non avendolo mai fatto ero persa… A mezzogiorno ero cosi’ in ansia che non ho nemmeno pranzato!!! Ora invece dopo un po’ di giorni sono leggermente piu’ tranquilla ma ci sono tante cose da tenere a mente e ho il terrore di sbagliare. Ma come mia hanno detto ci vuole esperienza e io me la faro’! Di bello c’e’ che il tempo mi vola e ho trovato nuovi colleghi disponibili e gentili. Con me c’e’ una ragazza cubana che mi fa morir dal ridere con il suo bellissimo accento e lei e’ cosi’ solare che mi rallegra. Devo dire che piu’ la conosco e piu’ la stimo, la sua vita non e’ stata per niente semplice e ancora adesso non e’ totalmente felice perche’ la maggior parte della sua famiglia e’ a Cuba e lei lavora per poter mandare dei soldi per farli stare meglio. Pensate che un domani uno dei suoi sogni e ritornare a casa e poter aprire una pasticceria, potevamo non andare d’accordo?!   Ora vi lascio questa non ricetta, sono degli stuzzichini semplici e veloci io li ho fatti per una seratina con amici per aperitivo e sono andati a ruba!!! Lo so che e’ facile ma puo’ essere un’idea:)


Ingredienti:
un rotolo di pasta sfoglia
dello speck
olive verdi denocciolate
semini vari ( sesamo, lino e zucca)
grana gratuggiato
1 uovo

Srotoliamo la pasta sfoglia e la stendiamo un po’ con il mattarello. Sbattiamo l’uovo e pennelliamo l’interno della sfoglia. Per i torciglioni tagliamo delle strisce di 2 cm. e all’interno mettiamo un po’ di grana e i semini e attorcigliamo. Per quelli allo speck inseriamo una fettina e attorcigliamo. Per i fagottini con le olive tagliamo dei rettangoli dove al centro possa stare l’oliva e li richiudiamo sigillandoli bene. Spennelliamo con l’uovo rimasto e cuociamo a 180° fino a quando non sono dorati.

MUFFIN CON MAIONESE, SALAME PICCANTE E POMODORINI SECCHI

Come avete passato San Valentino? Ho letto che c’e’ a chi non piace, a chi piace… Sinceramente se non visto nel modo consumistico e fatto con amore si puo’ festeggiare. Io l’ho sempre vissuto come il compleanno del mio papa’ per cui festeggiamo in famiglia. Per me l’amore non e’ solo per la persona con cui si vive, ma per tutti quelli a cui vuoi bene. L’amore a varie forme, per i genitori, per mio fratello che non svanira’ mai, per i miei pelosetti che con uno sguardo ti regalano tanto e per mio marito…. Ma lo si puo’ trovare in ogni forma, basta solo volerlo… Anche l’amore per cibo, dei libri, nella natura che tanto ci regala… Dobbiamo aprire gli occhi guardarci attorno e vedremo quanto amore c’e’!!!!
Ok, post un po’ sdolcinato, ma oggi niente dolce lo rimando a lunedi’ senno’ qui si cola melassa!!! Invece muffin salati e piccantini! Anche questa ricetta l’ho vista da Simona e ne sono rimasta folgorata! Veloci, anzi velocissimi, li potete farcire come volete e sono morbidissimi, io avevo la necessita’ di abbinare qualcosa ad un insalata in tempo rapido ed ecco fatto! La sua ricetta la trovate qui, io li ho farciti in un altro modo.

Ingredienti per 6 muffin:
130 di farina autolievitante ( oppure faina “00” piu’ 2 cucchiaini rasi di lievito per torte salate)
45 gr. di maionese
140 gr. di latte parzialmente scremato
un pizzico di sale

Per la farcitura:
4 fetine di salame piccante tagliato a quadratini
5/6 pomodorini secchi tagliati a pezzetti

Mettiamo la farina, la maionese, il latte e il pizzico di sale in una ciotola e li amalgamiamo bene. Prendiamo la farcitura e la aggiungiamo al composto, mescoliamo per incorporare il tutto. Prendiamo degli stampini da muffin e versiamo il composto per 3/4 nel pirottino. Cuociamo a forno caldo statico a 180° per 25 minuti. Sono buoni sia tiepidi che freddi.

Visto che ho parlato d’amore, una di queste forme come dicevo e’ l’amicizia e io devo ringraziare tre di voi che ieri hanno saputo tirarmi su il morale… La mia bella mora in uno scambio delle nostre mail:) una telefonata purtroppo veloce ( ero a lavoro) ma stupenda!!! Una mail del mio splendore!!!
Non c’era niente di materiale ma tanto affetto, queste sono le cose importanti per cui GRAZIE!!!!

FOCACCIA RIPIENA AL RADICCHIO E UN INCONTRO TANTO ATTESO!!!!

Eccomi qui, ci vorrebbero giornate piu’ lunghe per fare tutto!!!  Tante cose da fare e siamo quasi al fine settimana, ci sono giorni che volano molte volte e arrivo a sera senza accorgemene, va bene pero’ mi sembra che il tempo mi sfugga dalle mani. Ma sento che e’ una cosa comune…
Allora vi avevo lasciato che avrei incontrato una persona, una blogger… Un’amica … E’ da tanto che ci sentivamo e la voglia di vederla era immensa, per cui quando mi ha detto che era qui vicino, per motivi che avrei preferito diversi ma che si stanno risolvendo bene, non ho potuto non andare a trovarla!!! Mary e’ lei, una persona solare, dolce ma determinata, intelligente, insomma una donna che non puo’ non colpire! Mi sembrava di conoscerla da sempre! Uno sguardo nei suoi occhioni scuri, un abbraccio e poi le parole sono uscite naturalmente…. Confidenze, risate, una piccola avventura alla Thelma e Luise 😉 Non avrei voluto lasciarla!!! Ci sono persone che danno tanto e lei e’ una di queste. Grazie per la splendida giornata e alla prossima!!!
Ora vi lascio una ricetta sua sono stata folgorata da questa focaccia, non e’ difficile e’ solo un po’ lunga ma merita provarla perche’ unica!!!

Ingredienti:
400 gr. di farina “0”
8 gr. di sale
4 ge. di lievito fresco
300 ml. di acqua calda
60 ml. di olio evo Dante piu’ altro per condire

Il mio condimento:
2 cespi di radicchio tardivo
1 carota
1/2 cipolla rossa di Tropea
un cucchiaio di olio evo Dante
1/2 bicchiere di prosecco
sale e pepe

In una ciotola mescoliamo l’acqua con il lievito cosi’ da farlo sciogliere completamente. Aggiungiamo la farina e il sale e mescoliamo brevemente con un cucchiaio di legno, fino ad ottenere un impasto piuttosto appiccicoso. Prendiamo una ciotola piu’ grande, versiamo circa un terzo dell’olio, trasferiamo l’impasto, copriamo e lasciamo riposare per un’ora. Trascorso il tempo, bisogna piegare delicatamente l’impasto in due volte, prendiamo l’impasto da uno dei due lati, tirarlo appena, fino a creare una piega come fosse un portafoglio. Copriamo e lasciamo lievitare un’altra ora. Bisogna fare questa cosa per altre tre volte tutte a distanza di un’ora l’una dall’altra. Dovete avere l’accortezza di aggiungere un po’ di olio ogni volta per far si che l’impasto non si attacchi sul fondo della ciotola. Finito il tempo e le pieghe, l’impasto e’ pieno di bolle in superficie e bello gonfio. Trasferiamo delicatamente l’impasto su una teglia da forno ricoperta di carta, lo copriamo e lasciamo riposare per 10 minuti. A questo punto schiacciamo l’impasto con la punta delle dita per appiattirlo e allargarlo. Copriamo e lasciamo riposare altri 10 minuti. Ora mettiamo il condimento scelto.  Prima  facciamo soffriggere un po’ la cipolla tagliata finemente con un cucchiaio di olio,  aggiungiamo la carota tagliata a pezettini piccoli e cuociamo coperti a fuoco lento per 10 minuti.  Aggiungiamo il radicchio lavato e tagliato finemente. Bagniamo con il prosecco e  cuociamo fino a quando non si e’ asciugato. Saliamo e pepiamo. Frulliamo meta’ del composto e lo uniamo all’atra meta’. Lasciamo raffreddare. Ora lo mettiamo sulla meta’ dell’impasto della focaccia e ripieghiamo su l’altra meta’ come fosse un panzerotto. Copriamo e lasciamo lievitare per altri 20 minuti. Intanto scaldiamo il forno a 240°. Cuociamo per circa 15/20 minuti finche’ non sara’ dorata.

Vi lascio con uno scatto….

CRACKERS CON FARINA DI CASTAGNE

Piattino Ecobioshopping
In questo periodo il tempo vola… A lavoro ci sono sempre molte cose da fare prima delle ferie, a casa c’e’ sempre qualcosa da mettere in ordine  e io sono indietro con tutte le cose per il Natale. Noi non abbiamo grandi tradizioni, siamo sempre stati una famiglia poco numerosa e la cosa che ci piace di piu’ fare e’ ritrovarci la viglia a cena dai miei. Non facciamo nessun piatto speciale, a dire il vero mia mamma cucina e sceglie il menu’ al momento. Io sono quella del dolce e ancora non sono certa di cosa fare. Ma quello che mi piace e’ stare insieme e dopo cena facciamo tanti giochi di societa’ aspettando la mezzanotte. Poi si aprono i regali, piccoli dato il periodo e ben pensati ma e’ sempre una sorpresa! A Natale invece per la prima volta vengono da me i miei suoceri e i miei con mio fratello e ancora sono incerta sul menu’. Quest’anno abbiamo cambiato volevamo fare qualcosa di piu’ intimo. Spero che riesca tutto bene perche’ ci tengo molto. Ancora non sento questo clima natalizio ma l’importante e’ essere sereni e magari un folletto arrivera’ per farmi sentire questa magia del Natale:) Credo che pero’ rifaro’ questi crackers perche’ vanno sempre a ruba, sono rimasta folgorata dal primo momento che li ho visti da Elle la sua ricetta se volete e’ qui ma io non ho cambiato una virgola perche’ sono perfetti cosi’. Lei e’ una persona speciale per me perche’ sa sempre come tirarmi su’, e’ sempre presente. Ha una sensibilita’ unica ed e’ bravissima il suo blog e’ un’esplosione di idee innovative! Quando ho aperto il blog pensavo tutto ma non di scoprire persone cosi’, per me ormai e’ un’amica, sa molte piu’ cose di tante persone che mi vedono tutti i giorni. Per questo la ringrazio e spero un giorno di poterla abbracciare:)

Piattino Ecobioshopping

Ingredienti:
180 ml. di acqua
300 gr. di farina bianca
200 gr. di farina di castagne
12 gr. di lievito di birra
100 gr. di olio evo Dante (piu’ alcuni cucchiai per ricoprire l’impasto)
10 gr. di sale

Per spennellare:
2 cucchiai di acqua
2 cucchiai di olio evo
sale
spezie (per me peperoncino)

In una ciortola mescoliamo le due farine. In un bicchiere mettiamo alcuni cucchiai di acqua tiepida e facciamo sciogliere il lievito. Versiamo il lievito nelle farine e mescoliamo, io ho fatto con l’impastatore. Aggiungiamo l’olio sempre mescolando. Sciogliamo il sale nell’acqua e la versiamo poco a poco nell’impasto fino a raggiungere una consistenza morbida. Impastiamo per bene deve essere una pasta morbida ma non appiccicosa. Formiamo una palla e bagnadoci le mani con l’olio ungiamo la pasta. Lasciamo lievitare per 2 ore o fino al raddoppio in una ciotola ricoperta dalla pellicola trasparente. Trascorso il tempo tiriamo la pasta con la macchina del pane, fino a raggiungere uno spessore di 2 mm.Tagliamo la pasta a strisce e facciamo dei rettangoli. Facciamo dei fori con i rebbi della forchetta sopra ogni rettangolo. Poi li mettiamo su una placca da forno ricoperta da carta oleata e spennelliamo con l’emulsione di acqua, olio e spezie. Inforniamo a forno statico per 10 minuti o finche’ non saranno dorati.

Piattino Ecobioshopping

LE PIZZETTE NATE A CAMELOT

Per fortuna e’ tornato il sole e si sta davvero bene! Oggi vi parlo di questa ricetta perche’ e’ una di quelle cose che frullano in testa per tanto tempo dopo che le hai viste e alla fine questo impasto dovevo provarlo. Ma dove l’ho visto?! Nel stupendo blog La casa di Artu’ , lei diceva che era nato per un reciclo e che di solito non fa la pasta cosi’. Bene io l’ho provato perche’ di solito il mercoledi’ andiamo a giocare a poker, non sono una giocatrice incallita ma ci ritroviamo per stare in compagnia, delle chiacchiere e mangiucchiare qualcosa, cosi’ ho fatto delle pizzette. Volete sapere come e’ andata?! Alla fine non ho vinto, ma le pizzette sono andate a ruba e ho ricevuto un sacco di complimenti… Questa si che e’ una vittoria:-)

Ingredienti per 35/40 pizzette:
1 bustina di lievito secco
500 gr. di farina “00”
300 gr. di acqua
10 gr. di olio evo Dante
1 cucchiaino di zucchero
10 gr. di sale

Per la farcitura:
passata di pomodoro bio
mozzarella
pepe

Lei qui lo ha fatto con il bimby io non avendolo l’ho fatto a mano. Mescoliamo la farina con il sale in una ciotola, il lievito, lo zucchero, e iniziamo a versare tutta l’acqua tiepida. Impastiamo energicamente per dieci minuti, l’impasto e’ molle io mi sono unta le mani. Mettiamo in una ciotola copriamo con la pellicola e lasciamo riposare una notte in frigo. Riprendiamo la pasta, ci ungiamo le mani e iniziamo a fare delle palline che poi appiattiamo di uno spessore di circa 2 cm. la grandezza decidete voi. Le mettiamo su una teglia e ci spalmiamo la passata di pomodoro e un pizzico di pepe. Io ho fatto la prima cottura cosi’ a forno 200° per 15 minuti. Poi ho messo la mozzarella e le ho lasciate cuocere altri 5 minuti. Semplici veloci e buone!!!