ICE CREAM BREAD ovvero PLUMCAKE CON GELATO AL FORNO

Noi adoriamo il gelato e lo mangiamo anche quando fa freddo. Per me e’ una coccola d’inverno, alla sera, mentre guardo un film mangiarne una coppetta. Ricordo la prima volta che ho preso un gelato a mio figlio, al primo assaggio e’ rimasto perplesso, poi ha iniziato a gustarlo sporcandosi tutto, ma era troppo bello da vedere!  Ora molte volte al pomeriggio quando esce dall’asilo come merenda ci concediamo un buon cono. Cosi’ quando ho visto da lei questa ricetta non ho potuto non provarla! Un plumcake fatto con il gelato e per di piu’ con due ingredienti, veloce, e si sporca solo una ciotola!!! Avevo giusto in casa delle coppette di un variegato alla nocciola e gianduia per cui mi sono messa all’opera. Devo dire che mi ha stupita, un plumcake morbido e gustoso anche se io ho aggiunto dello zucchero e devo dire che era perfetto e non stucchevole. Potete usare il gelato che vi piace di piu’, sia fresco che confezionato, fatelo perche’ e’ una garanzia!

Ingredienti per un plumcake da 25×11:

  • 500 gr. di gelato a vostra scelta
  • 180 gr. di farina autolievitante ( se non l’avete va bene farina “00” con 2 cucchiaini di lievito per dolci)
  • 2 cucchiai di zucchero (facoltativi)

Facciamo ammorbidire il gelato a temperatura ambiente, senza farlo sciogliere. Lo mettiamo in una ciotola, versiamo la farina, lo zucchero e con una spatola amalgamiamo tutto. Foderiamo uno stampo da plumcake, versiamo dentro il composto e lo livelliamo. Cuociamo a forno statico preriscaldato a 180° per 40/50 minuti. Fate la prova stecchino prima di sfornarlo.

PACCHERI CON CAPESANTE E CREMA AGLI ASPARAGI

Anche per noi sono giunte le pulizie di primavera! Io in casa e mio marito il garage… Il garage, per noi un posto dove quando non sappiamo dove mettere qualcosa finisce li. Quindi si apre un mondo quando lo sistemiamo!!! Ma la cosa piu’ dura e’ stata quando mi ha chiesto se potevo buttare un po’ di scarpe perche’ ce n’erano di vecchissime… Io ho una passione smodata per le scarpe e mi piace tenerle tutte perche’ credo che negli anni poi la moda le riproponga. Mi ci affeziono, ma effettivamente dovevo scremare… E’ stata dura, credetemi, ma alla fine ce l’ho fatta! Non erano molte sinceramente quelle da buttare ma un po’ di pulizia l’ho fatta cosi’ siamo felici entrambi. Vista tutta la fatica volevo fare un piattino diverso dal solito per cui mi sono usciti questi paccheri con le capesante e una deliziosa cremina agli asparagi verdi, e ce lo siamo gustato tutto!!!

Ingredienti per 3 persone:

  • 230 gr. di paccheri
  • 250 gr. di asparagi verdi freschi
  • 10 capesante
  • un limone
  • olio d’oliva q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • timo
  • rosmarino
  • maggiorana
  • un pizzico di brandy

Laviamo gli asparagi, eliminiamo la parte del gambo finale e con un pelapatate  peliamo lo stelo. Facciamo bollire dell’acqua in una pentola e li cuociamo per 5 minuti. Scoliamo gli asparagi, tagliamo le punte e il gambo lo mettiamo in un contenitore, aggiungiamo due cucchiai di olio d’oliva, il succo del limone, sale e pepe a piacere, con un frullatore ad immersione creiamo una crema. Nel frattempo mettiamo a bollire l’acqua per i paccheri. Mentre aspettiamo che la pasta cuocia, prepariamo le capesante. In una ciotola facciamo un emulsione con dell’olio d’oliva, un po’ di succo di limone, il timo, rosmarino e la maggiorana. Versiamo il composto in una padella antiaderente e lo facciamo scaldare. Saliamo e pepiamo le capesante e le mettiamo in padella, non serve cuocerle troppo. Verso fine cottura sfumiamo con un po’ di brandy. Quando vediamo che sono dorate da entrambe i lati le mettiamo su un piatto. Ora versiamo la crema di asparagi nella padella dove abbiamo cotto le capesante. Scoliamo la pasta ancora al dente e la versiamo nella padella, mescoliamo per insaporire con la crema la pasta. Aggiungiamo le capesante e impiattiamo mettendo le punte degli asparagi come guarnizione.

PLUMCAKE AL LIMONE CON FRAGOLE e “Il Gusto della Terra”

La vita ti riserva sempre delle sorprese, questo fine settimana e’ stato pieno di emozioni! Siamo stati al salone del libro per la presentazione della nostra creatura, le Bloggaline hanno creato un libro, di cui faccio parte anche io. Il “Il Gusto della Terra” questo e’ il titolo, pieno di ricette interessanti, con ingredienti facili da reperire, insomma e’ tutto da scoprire. Grazie ad ifood e NetAddiction che ha creduto in noi e ci ha dato questa grande opportunita’! Grazie alle admin e a tutta la redazione che hanno fatto un lavoro grandioso!!! La mia gioia e’ stata anche incontrare vecchie amiche e riscoprirne di nuove, stare insieme come una grande famiglia perche’ e’ questo che siamo. Le emozioni sono ancora fresche e faccio fatica ad esprimere cio’ che provo per cui vi lascio un dolce che a noi e’ piaciuto molto, morbido, profumato e con tante fragole!!!

Ingredienti per uno stampo da 20 cm:

  • 140 gr. di farina “00”
  • 2 uova
  • 95 gr. di zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • la scorza e il succo di un limone bio
  • 50 gr. di burro fuso
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • 10 fragole

Per la glassa:

  • 100 gr. di zucchero a velo vanigliato
  • 15 gr. di succo di limone

Laviamo e asciughiamo il limone, grattugiamo la buccia e spremiamo il limone, mettiamo da parte 15 gr. di succo per la glassa. Laviamo le fragole e le tagliamo a pezzetti. Nella planetaria mettiamo le uova e lo zucchero e  sbattiamo, aggiungiamo le scorze del limone, i semini di mezza bacca di vaniglia e il sale, mescoliamo. Versiamo il burro precedentemente fuso e lasciato intiepidire. Setacciamo la farina con il lievito e incorporiamo al composto di uova, amalgamiamo bene, deve risultare un composto liscio e omogeneo. Foderiamo con la carta da forno lo stampo da plumcake e versiamo il composto, sopra mettiamo le fragole, le facciamo affondare un po’. Cuociamo in forno statico preriscaldato a 200° per 7 minuti poi abbassiamo a 180° e cuociamo per altri 35 minuti.  Per la glassa, mettiamo in un pentolino lo zucchero a velo e il succo di limone che abbiamo messo da parte, a fuoco basso mescoliamo fino a quando non sara’ diventato un composto liscio. Versiamo sul plumcake freddo. Per le fragole, ho sciolto a microonde la cioccolata bianca e poi le ho glassate.

 

 

Vi lascio qualche immagine di questa speldida giornata e della festa che abbiamo fatto alla sera, organizzata benissimo !!!

FRITTATA AL FORNO CON ERBETTE DI CAMPO E RICOTTA

Qua la primavera va e viene, ci sono giornate di sole e si sta bene fuori e giornate piovose…  Anche il fisico fa fatica ad abituarsi, e in casa il raffreddore regna sovrano!!! Ormai non ne possiamo piu’, in piu’ mio figlio fa fatica a guarire  da una bruuta tracheite  che non lo fa dormire di notte… Per cui cerchiamo di tirarci su con il mangiare, qualche dolcetto e piatti che portino il sole in tavola. La nonna di mio marito in questi giorni e’ andata a raccogliere erbette nei campi e ce ne ha regalate un bel po’, questi sono pensieri sempre ben accetti !!! Erano belle fresche e verdi e avevo voglia di fare una bella frittata ma per quanto possibile leggera. Per cui ho deciso per  la cottura in forno, un po’ di ricotta per dare sofficita’, le mie belle erbette ed il gioco e’ fatto! Un piatto veloce, gustoso e unico !!! Se volete potete sostituire le erbette con degli spinaci, dei bruscandoli, degli asparagi fate volare la vostra fantasia!

Ingredienti per 3 persone:

  • 3 uova grandi bio
  • 200 gr. di ricotta fresca
  • due cucchiai di grana
  • 50 gr. di erbette di campo lessate
  • scamorza grattugiata per ricoprire
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Per prima cosa sbattiamo bene le uova con il sale e il pepe, incorporiamo la ricotta fresca e amalgamiamo bene il tutto. Aggiungiamo il grana, le erbette precedentemente lessate e mescoliamo. Prendiamo una pirofila e la imburriamo e spolverizziamo con del pane grattuggiato cosi’ la nostra frittata non si attacca. Versiamo il composto e lo livelliamo. Cospargiamo con la scamorza affumicata e cuociamo a forno gia’ caldo a 180° (statico) per 40 minuti circa.