LA MIA TAIEDDHRA DI RISO

Prima di lasciarvi non potevo non partecipare all’ MTC di questo mese, la Taieddhra  di Cristian. Un piatto che non conoscevo, ammetto la mia ignoranza, ma che mi ha incuriosito subito…
Cosi’ domenica a pranzo per me e il mio maritino l’ho preparata. Appena abbiamo assaggiato il primo boccone siamo stati catapultati in salento, un gusto buonissimo ed un profumo che ha invaso la casa.  Ho cambiato un po’ la ricetta perche’ mi sono ingegnata con le cose che avevo in casa ma sono davvero soddisfatta anche perche’ e’ una ricetta gustosa e non molto laboriosa.

Ingredienti per 2 persone:
150 gr. di riso integrale
200 gr. di patate
150 gr. di zucchine
4/5 pomodori ciliegino
100 gr. di gamberoni da sgusciare
50 gr. di caprino fresco
20 gr. di pecorino romano
olio evo q.b.
succo di mezzo limone
1 cucchiaino raso di zenzero in polvere
1 cucchiaino raso di paprika dolce
sale q.b.

Per il brodo di pesce:
1/2 cipolla
1 carota
2 coste di sedano
le teste dei gamberoni

Per prima cosa facciamo il brodo. Tagliamo la cipolla, la carota e le coste del sedano a pezzi . Le mettiamo in una pentola con dell’acqua. Sgusciamo i gamberoni e togliamo la testa che mettiamo nella pentola. Facciamo cuocere fino a bollore. Spegniamo e lasciamo coperto. Puliamo tutte le verdure. Le zucchine e le patate le tagliamo a rondelle fini con la mandolina. I pomodorini li facciamo a pezzetti. Prendiamo la teglia in coccio, versiamo un filo d’olio e facciamo uno strato con le patate e poi con le zucchine. Mettiamo ora il riso sopra le verdure e lo livelliamo. Ora versiamo il brodo fino a ricoprire il riso. Aggiungiamo il caprino fresco, i pomodorini e le code di gambero pulite e messe a marinare precedentemente con il succo di limone, lo zenzero e la paprika dolce. Finiamo facendo un altro stato di patate, poi le zucchine e infine il pecorino romano grattugiato. Preriscaldiamo il forno a 160° . Inforniamo per 1 ora. 

In questi giorni mi dedico ai preparativi per la partenza. Siamo emozionati e non vediamo l’ora di poter vivere questa nuova avventura! Vi abbraccio tutti con grande affetto e ci risentiamo a mio ritorno!!!

CRUMB CAKE CON MANDORLE E FRUTTI DI BOSCO E SI PARTE !!!

Se uno mi guarda in questi giorni pensa che io sia pazza… Ho un sorriso da ebete stampato sulla faccia!!!  Perche’?!  Abbiamo ricevuto la notizia tanto attesa… Il 24 maggio partiamo per l’Etiopia a conoscere nostro figlio!!! Siamo ancora tra l’incredulo, l’esaltato e frenetici perche’ dobbiamo preparare tutto!!!  Finalmente dopo tanta attesa lo conosceremo.. Mi sono immaginata un sacco di volte questo momento ma credetemi ancora non so come sara’… Credo che il mio cuore scoppiera’ di gioia e l’unica cosa che riesco a vedere e’ che vorrei stringerlo a me per non lasciarlo piu’ andare via…
Purtroppo stiamo li una settimana ma dobbiamo ritornare senza di lui. L’ iter burocratico in questo paese prevede due viaggi: uno per i documenti e vedere il bambino e uno per portarcelo a casa… Credo che la prova piu’ dura sia lasciarlo… 
Come vi dicevo questi giorni sono un po’ frenetici e con la testa ci sto poco, perdonatemi se non saro’ molto presente ma so che capirete:)
Ora voglio lasciarvi questo dolcetto, me ne sono innamorata subito appena l’ho visto dalla dolce Federica.  Purtroppo ho dovuto cambiarlo un pochino perche’ convinta di avere tutti gli ingredienti al momento di farlo mi sono accorta che il mio maritino si era finito le fragole e allora ho dovuto ometterle aggiungendo le mandorle. A me e’ piaciuto tantissimo anche se devo rifarlo come l’originale che trovate qui.

Ingredienti per uno stampo da 20 cm.:
Per il crumble:
150 gr. di farina “00”
60 gr. di burro freddo
100 gr. di zucchero di canna muscovado
un pizzico di sale
mandorle a pezzetti

Per la torta:
80 gr. di burro morbido
80 gr. di zucchero semolato
2 uova
100 gr. di farina “00”
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaino di polvere di vaniglia bio
succo di mezzo limone
250 gr. di marmellata di frutti bosco bio

Per prima cosa facciamo il crumble. In una ciotola mescoliamo tutti gli ingredienti e amalgamiamo velocemente con la punta delle dita formando un composto ricioloso. Copriamo e mettiamo in frigo. In un’altra ciotola per la torta lavoriamo il burro con lo zucchero fino a quando non diventa una crema. Aggiungiamo le uova uno alla volta facendoli incorporare bene. Versiamo il succo di limone e la vaniglia. Infine aggiungiamo la farina, il lievito e amalgamiamo tutto bene. Versiamo in una teglia ricoperta da carta da forno,  e livelliamo il composto. Sopra mettiamo la marmellata coprendo la circonferenza. Infine mettiamo il crumble coprendo tutta la marmellata. Inforniamo a forno gia’ caldo a 160° per 30/40 minuti.

NOODLES DI SOIA CON GAMBERI E VERDURINE

Leggendo dei post in questo periodo molto interessanti mi viene da pormi delle domande… Cos’e’ la liberta’ come ha scritto la mia amica Elle… Oppure l’importanza di questa vita che pero’ non abbiamo mai il tempo di potercela godere fino in fondo… Ma anche come siamo… Come cambiamo… Tutto cio’ che ci succede ci muta dentro e fuori… Quando mi guardo colgo qualche piccola ruga che prima non c’era, ma non mi dipsiace e’ il passare del tempo che resta anche sul mio corpo… Quando mi guardo mi sento davvero molto diversa e certe volte mi sento anche fuori dal gruppo di gente che mi circonda… Non amo la mondanita’… Non amo troppa confusione.. Periodicamente esce la mia malinconia… In certi momenti mi chiudo a riccio, questo succede quando non riesco a far andare le cose come vorrei… Cosi’ mi arrabbio con me stessa perche’ tendo a chiudere fuori le persone che mi amano.  Sto cercando di cambiare… Ed e’ difficile farlo, bisogna lavorare molto su di noi… Dovrei acquistare piu’ sicurezza in me stessa e’ per questo che vacillo… Pero’ leggendovi mi siete d’aiuto per capire molte cose e non perdere di vista i miei obbiettivi cosi’ posso rimanere piu’ lucida… 
Ora basta riflessioni…
L’altra sera avevo voglia di un piatto diverso, ed era da tempo che mi frullavano in testa questi noodles. Quando vado a mangiare giapponese li prendo sempre cosi’ alla fine ho chiesto come si facessero perche’ hanno un gusto particolare e il cuoco gentilmente mi ha detto che il brodo vegetale lo faceva con la cannella… Ecco svelato il mistero!!!

Ingredienti per 2 persone:
Per il brodo vegetale:
1 carota
2 gambi di sedano
1/2 cipolla
1/2 stecca di cannella
sale e pepe

Per i noodles:
100 gr. di noodles di soia
150 gr. di spinacini freschi
15 pomodorini
100 gr. di gamberi sgusciati
2 cucchiai di salsa di soia
succo di mezzo limone
1 cucchiaio di olio evo Dante

Per prima cosa facciamo il brodo. Laviamo e tagliamo a pezzi piccoli la carota, il sedano e la cipolla. Li mettiamo in una pentola con l’acqua. Aggiungiamo la cannella, il sale e il pepe. Facciamo cuocere per 30/40 minuti. Poi filtriamo tutto e teniamo il brodo. In una padellla antiaderente, mettiamo l’olio e lo facciamo scaldare. Versiamo i pomodorini e li cuociamo a fuoco alto finche non si ammorbidiscono. Abbassiamo la fiamma e aggiungiamo gli spinacini, i gamberi, la salsa di soia e il succo del limone. A questo punto versiamo un bicchiere di brodo e mettiamo i noodles, mescoliamo sempre finche’ non si ammorbidiscono. La cottura e’ veloce, dobbiamo aggiungere brodo se si asciugano troppo ma non cuociamoli piu’ di dieci minuti. Noi li abbiamo trovati saporiti e la cannella da un tocco in piu’ al piatto!

Con questa ricetta partecipo al contest di Ale

CROSTATA CON CREMA DI RICOTTA E CIOCCOLATO AL RUM

Stampo a cuore della Happyflex
Buon inizio settimana, come avete passato il week end? Io abbastanza bene, anche se il tempo non e’ stato dei migliori…
Domenica era la festa della mamma e allora sono andata a trovarla e a portarle anche questa crostata che le piace sempre molto e li abbiamo iniziato a parlare di film…
Dovete sapere che mia mamma ha trasmesso a me e a mio fratello l’amore per la lettura e per il cinema. Io non posso stare senza un libro da leggere e adoro guardare film. Il mio genere preferito sono i film in costume, epici, tipo ” Via col vento”, “Il gladiatore”…. Mi piacciono molto i thriller se fatti bene, le commedie ma non troppo demenziali, non amo i film troppo dolci e scontati… Ultimamente  mi sono davvero piaciuti “Lincoln”, “Il lato positivo” e “Django” come vedete tre film diversi ma mi amo variare. Pero’ mia mamma mi ha trasmesso anche un filone che credetemi mi piace un sacco… L’horror!!!!  Mi ricordo quando ero piu’ piccola che ci mettevamo sul divano e guardavamo Dracula, quelli con Cristopher Lee in bianco e nero, mi ricordo ancora quando usciva solo la mano dalla bara ed ero gia’ terrorizzata!!! Cosi’ sabato sera complice il brutto tempo io e mio marito siamo andati a vedere “La casa”… Che tristezza… Non ci sono piu’ i film di una volta, qui c’era solo sangue e io non sono impressionabile per cui non mi fa ne caldo ne freddo, ma zero suspence…. Lo so mi direte “ma che ti aspettavi?!” .. Pero’ ho sempre la speranza di riuscire a vedere un bel horror… Cosi’ l’ho sconsigliato anche a mia mamma, ma se volete vedere qualcosa di inquietante vi consiglio “La madre” per me una favola gotica…
Ora vi lascio la ricetta di questa crostata che ci siamo mangiate mentre èparlavamo di film!!!

Ingredienti:
Per la frolla:
150 gr. di farina integrale
150 gr. di farina “00”
125 gr. di burro
10 gr. di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
1/2 cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
1 cucchiaino di rum

Per la crema:
250 gr. di ricotta
3 cucchiai di zucchero a velo
2 cucchiai colmi di crema spalmabile Cuba Rhum Venchi

Per prima cosa facciamo la frolla. Mescoliamo le farine, il lievito, lo zucchero, il pizzico di sale. Aggiungiamo l’ uovo e il tuorlo, il rum e infine il burro. Impastiamo velocemente. Formiamo una palla che avvolgiamo con la pellicola e lasciamo riposare in frigo me mezz’ora. Nel frattempo facciamo la crema. In una planetaria mettiamo la ricotta, la crema spalmabile, lo zucchero a velo e con le fruste amalgamiamo tutto. Deve risultare omogenea. Stendiamo la frolla tenendone da parte un po’ per le decorazioni e la adagiamo nello stampo. Versiamo la crema e decoriamo con la pasta rimasta. Cuociamo a forno giaì caldo a 170° per 35/40 minuti.

Con questa partecipo al Contest di Simona perche’ e’ una semplice crostata con una crema che si fa in pochi minuti ma il risultato e’ davvero molto buono!

PANINI MORBIDISSIMI ALLA RICOTTA

Vi voglio ringraziare davvero tanto per tutti i vostri commenti e non vi nascondo che mi sono commossa siete davvero uniche!!! Sapere che c’e’ gente che aspetta con me fa diventare meno pesante queta attesa per cui non posso che esservene grata:)
Qui la primavera si fa vedere pochino la maggior parte dei giorni piove… Ma ieri era una giornata stupenda e allora usciti da lavoro io e mio marito siamo andati a fare una passeggiata per rilassarci. Si sta benissimo all’aria aperta, io mi rigenero e sentire il sole sulla pelle e’ qualcosa di magico… Non ve l’ ho mai nascosto io sono per il caldo, per il mare, quello poco affollato, quello che riesci a stare tranquillo e non uno sopra l’altro… Spero davvero che questo fine settimana ci sia il sole perche’ un giretto al mare lo vorrei davvero fare…
Un’altra cosa che mi rilassa e’ panificare. Quanto mi piace mettere le mani in pasta!!! Questa ricetta e’ uscita un po’ per caso… Era da un po’ che non facevo pane e avevo una ricotta in frigo che chiedeva di usarla e allora ecco che sono usciti questi panini morbidissimi e molto gustosi sia da soli che con qualche salume.

Ingredienti:
125 gr. di semola rimacinata
125 gr. di manitoba
125 gr. di farina “00”
220 gr. di acqua tiepida
250 gr. di ricotta
 10 gr. di sale
10 gr. di zucchero
4 gr. di livito di birra liofilizzato

Mescoliamo tutte le farine insieme. Mettiamo lo zucchero e il lievito con le farine e mescoliamo il sale nell’acqua. Versiamo l’acqua e iniziamo ad impastare. Infine aggiungiamo la ricotta e impastiamo per una decina di minuti. Il composto risulta molto molle non aggiungiamo altra farina. Lasciamo lievitare per 3 ore. Riprendiamo l’impasto e facciamo delle pagnottine. Le mettiamo su una placca da forno e le copriamo, lasciamo lievitare fino al raddoppio del volume. Io le ho decorate con dei semi di zucca e sesamo. Le cuociamo a forno gia’ caldo a 200 ° per 15 minuti poi abbassiamoa 180° per altri 15 minuti. Sforniamo e lasciamo raffreddare.