CROSTATA CON CREMA AL CIOCCOLATO, PERE E RUM

Scusate l’assenza ma purtroppo quando pensi che le cose vadano per il verso giusto succede qualcosa che ti ferma…. Il lavoro nuovo va bene e vi diro’ piu’ avanti… Eravamo convinti ormai di avere quasi concluso una cosa che aspettavamo da molto tempo a cui teniamo tantissimo e invece sono sorti dei problemi che risolveremo, spero. All’inizio non vi nascondo che ci siamo rimasti parecchio male, ma la vita lo sappiamo e’ cosi’ piena di imprevisti e allora dopo un primo momento di sconforto ci si rialza e si riparte con nuova energia. Pero’ posso dire una cosa?! E che pacco!!! Ogni tanto mi piacerebbe vivere tranquillamente e che tutto filasse liscio, ma forse sarebbe troppo monotono no?! Prendiamola con filosofia… Comunque vi devo dire che non saro’ molto presente, anche il blog come sapete richiede tempo ed energie e ora rallento un pochino, ma non vi preoccupate vi seguo sempre!
Ora vi lascio una ricetta che ho creato per la Sapori di Siena che mi ha chiesto di pensare a qualche ricetta usando i loro prodotti che trovo davvero ottimi e ne e’ uscita questa crostata buona e profumata!

Ingredienti per una tortiera da 24 cm:
Per la frolla:
150 gr. di farina integrale
150 gr. di farina “00”
150 gr. di burro
1 uovo + 1 tuorlo
100 gr. di zucchero
zest di un limone
un pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito

Per la crema:
3 pere
1 bicchierino di rum
2 cucchiai di cacao amaro
100 gr. di zucchero
1 cucchiaino di cannella
100 gr. di cantucci Sapori di Siena

Per prima cosa facciamo la frolla. Mettiamo nella planetaria le farine, il lievito, lo zucchero, il sale, il burro freddo a pezzi e amalgamiamo tutto velocemente. Aggiumgiamo l’uovo piu’ il tuorlo, lo zest del limone e impastiamo fino a formare un composto omogeneo. Formiamo una palla, la ricopriamo con la pellicola e mettiamo in frigo per almeno mezz’ora. Intanto facciamo la crema. Laviamo e sbucciamo le pere. Le tagliamo a quadratini. Prendiamo un pentolino antiaderente e mettiamo dentro i quadratini di pera, lo zucchero e cuociamo a fiamma bassa per una decina di minuti, fino a quando non si forma una cremina. Mettiamo nel frullatore il cacao, la cannella e i cantucci e frulliamo tutto. Aggiungiamo il rum nelle pere e alziamo la fiamma per far evaporare l’alcool, bastano pochi minuti. Spegniamo il fuoco e aggiungiamo i cantucci frullati. Amalgamiamo bene e lasciamo intiepidire. Riprendiamo la pasta, stendiamo piu’ della meta’ nella tortiera, versiamo sopra la crema e infine facciamo le classiche losanghe con la pasta rimasta. Cuociamo a forno giaì caldo a 180° per 30/35 minuti. 

Vorrei lasciarvi con questa poesia che si trova in un bellissimo libro di ricette etiopi che dei cari amici mi hanno regalato sabato…

Vorrei felicita’ e gioia in tutto il mondo.
Vorrei che l’amore fosse l’unico sentimento della vita.
Vorrei che le lacrime fossero solo lacrime di gioia.
Vorrei cancellare tristezza e paura.
Vorrei che il dolore fosse un sentimento sconosciuto in tutta la terra.
Vorrei che la solitudine non esistesse nel mondo.
Vorrei che tutti fossero amici.
Vorrei che non esistesse guerra e fame.
Vorrei che la pace conquistasse il mondo. 

Sara Cannizzaro

L’ENNESIMA APPLE PIE PERCHE’ VALE…

Mentre leggete io ho iniziato un nuovo lavoro all’interno dell’azienda in cui sono. Avevo fatto richiesta di avere un’altra mansione un po’ di mesi fa, perche’ dopo 12 anni che si fa sempre lo stesso tipo di lavoro, con orari sempre sfasati ci si stanca. Almeno io ho bisogno di nuovi stimoli, in piu’ gli orari sono migliori. Molte volte prima non tornavo a casa a cena, ormai ero stanca. Cosi’ ora parte questa nuova avventura e ne sono felice anche se quando si inizia un nuovo percorso c’e’ sempre un po’ di timore di non essere in grado di farcela Certo non e’ il lavoro dei miei sogni, mi piacerebbe avere un mio lacalino, piccolo intimo, dove le persone si possano rilassare mangiando dei dolcetti e bevendo del buon te’ o un buon caffe’. Pero’ mi ritengo anche fortunata perche’ al giorno d’oggi avere un lavoro e’ gia’ una gran cosa ma poter avere lopportunita’ di rimettersi in gioco e’ ancora meglio. Vi sapro’ dire nei prossimi giorni come va!!!
Oggi vi propongo l’ennesima apple pie, ne avevo gia’ fatte altre versioni ma qui a casa e’ sempre un dolce che piace a tutti. Ho colto l’occasione di postarvi anche questa versione per il Giveaway  della dolcissima Valentina che aveva chiesto un dolce che per noi vale la pena essere fatto. Per me e’ questo!

Ingredienti per una tortiera da 22 cm.:
Per la pasta:
300 gr. di farina “00”
150 gr. di burro freddo
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di zucchero a velo
50 ml. di acqua freddissima
1 cucchiaino raso di lievito

Per il ripieno:
3 mele
1 cucchiaio di maizena
1 bicchierino di rum
100 gr. di noci a pezzetti
100 gr. di uvetta
1 cucchiaino di cannella
100 gr. di zucchero di canna
succo di un limone
100 gr. di farina di mandorle

Per la finitura:
i cucchiaio di latte
1 uovo
zucchero di canna q.b.

Facciamo la pasta. Mettiamo in una ciotola la farina, il pizzico di sale, lo zucchero a velo, il lievito, il burro a pezzetti e impastiamo velocemente, verra’ un impasto granuloso. Aggiungiamo l’acqua molto fredda e impastiamo ancora fino a quando non diventa tutto omogeneo. Formiamo una palla, copriamo con la pelllicola e mettiamo in frigo per mezz’ora a riposare. Intanto laviamo e sbucciamo le mele. Le tagliamo a fettine sottili, le mettiamo in una ciotola, le irroriamo con il succo di limone, la cannella, lo zucchero di canna e con un po’ di rum. Il resto del rum lo usiamo per mettere in ammollo l’uvetta. Riprendiamo la pasta e ne prendiamo un po’ piu’ della meta’. La stendiamo finemente e la adagiamo in una tortiera a cerniera dai bordi alti, la pasta deve fuoriuscire dai bordi. Riprendiamo il composto di mele e aggiungiamo la maizena, l’uvetta strizzata dal rum, le noci a pezzetti e mescoliamo tutto. Sul fondo della pasta distribuiamo la farina di mandorle e sopra mettiamo le mele.Stendiamo il resto della pasta e lo mettiamo sopra le mele. Chiudiamo i bordi schiacciando bene con una forchetta. Facciamo dei fori sulla superficie e spennelliamo con del latte. Cuociamo a forno gia’ caldo a 180° per 20 minuti. Poi abbassiamo il forno a 160° per altri 20 minuti. Ora riprendiamo la torta e la spennelliamo con un l’uovo che abbiamo sbattuto precedentemente e la cospargiamo con lo zucchero di canna e rimettiamo in forno a 140° per altri 20 minuti. Sforniamo e lasciamo raffreddare.

Con questo post partecipo al al Giveaway  di La ricetta che Vale, per te Valentina che sei sempre cosi’ presente, dolce e bravissima!!!

INVOLTINI DI VERZA CON CODE DI GAMBERO E YOGURT GRECO AL PROFUMO D’AGRUMI

Pioggia pioggia e pioggia… Non finisce piu’ di piovere!!! Ormai sto facendo i funghi!!! Per fortuna non fa freddissimo ma il cielo e’ sempre grigio, ho voglia di un bel sole. Io sono amante dell’estate adoro la velocita’ con cui ci si veste, le giornate lunghe e luminose, adoro il caldo. Anche io per carita’, soffro l’afa pero’ la sopporto meglio del freddo. Mi sembra di rinascere con i primi caldi e’ come se uscissi dal letargo… 
Noi siamo anche fortunati perche’ siamo vicini al mare e gia’ sogno le giornate in spiaggia, cerchiamo sempre dei posti poco affollati perche’ non amo stare uno sopra l’altro ho bisogno del mio spazio, di tranquillita’ cosi’ da poter leggere dei libri. Amo leggere in spiaggia mi rilassa, con il rumore delle onde e il profumo della salsedine… Vi ho fatto venire voglia d’estate?!
Pero’ non vi propongo una ricetta estiva ma ha dei bellissimi colori per cui mi mette allegria!!! E’ leggera, ma gustosa!

Ingredienti per 2 persone:
5 foglie grandi di verza
250 gr. di code di gambero
1 vasetto di yogurt greco senza grassi
zest e succo di un limone
succo di un’arancia
un pizzico di zenzero grattigiato
un pizzico di paprika dolce
1 cuchiaio di salsa di soia
1 cucchiaio di olio evo Dante

Per prima cosa sbollentiamo le foglie di verza. Facciamo bollire dell’acqua con il succo dell’arancia, immergiamo le foglie e le lasciamo pochi minuti, giusto il tempo che si ammorbidiscano. Le tiriamo fuori e le mettiamo a scolare. Mettiamo le code di gambero a marinare con il succo di limone e la salsa di soia per una decina di minuti. Prendiamo una padella antiaderente e versiamo l’olio, lo scaldiamo e versiamo le code, le facciamo saltare per qualche minuto. In una terrina versiamo lo yogurt greco, la paprika e lo zenzero grattugiato, amalgamiamo bene. Infine aggiungiamo le code di gambero al composto. Prendiamo le foglie di verza e mettiamo l’impasto al centro, richiudiamo formando un fagottino. Mettiamo su una pirofila cospargiamo con lo zest del limone e cuociamo in forno gia’ caldo a 150° per 15 minuti. Lo yogurt si asciughera’ dentro ma resteranno le code di gambero belle morbide e saporite.

Ragazze io sono gia’ emozionata per questo incontro a Roma!!!! le BLOGGALLINE alla riscossa!!!

BRIOCHE CON CREMA AL CIOCCOLATO E ARANCIA

Sono qui!!! Spero ora di aver risolto tutto… Allora la pelosetta Luna e’ in piena ripresa e va bene, ok mi sono detta e’ ora che posto qualcosa… Accendo il computer, aspetto… Aspetto… E nulla!!! Connessione assente!!! Nooo ma che pacco!!! Quando succede?! Nel fine settimana che non puoi far nulla per sistemare! Bene ora credo di essere attiva.. Salvo imprevisti.
In questi giorni ho la testa che mi frulla, tanti pensieri… La vita ci da tanto e molte volte fatichiamo a vedere le cose realmente belle che abbiamo. Ce ne rendiamo conto solo quando succedono dei fatti gravi, invece dovremmo aprire gli occhi e vederle prima. Basta poco per avere un po’ di felicita’ che al giorno d’oggi e’ una parola grossa… Alzarsi alla mattina e guardare fuori dallla finestra mi da serenita’, avere un marito accanto che mi ama e mi supporta e sopporta e’ motivo di gioia, una famiglia unita, degli amici che mi vogliono bene. Anche quando Luna e’ stata male ricevevo un messaggio ogni giorno da una grande amica e questo mi faceva un immenso piacere perche’ nulla e’ dovuto!!! Guardare nella cassetta della posta e trovare una lettera con un regalo pensato per te e fatto da lei dolcissima amica mi apre il cuore!!! Una bella chiacchierata con Roberta che adoro mi rilassa, e la vicinanza di una persona come lei sempre disponibile e di una bonta’ incredibile mi fa chiedere se tutto cio’ e’ realta’… E lo e’, questo blog e tutte le persone che ho conosciuto danno alla mia vita un tocco in piu’ di felicita’ e’ come avere una famiglia che c’e’ in qualsiasi momento. Per me voi siete un bene prezioso!!! 
Per cui sono felice di far parte delle BLOGGALLINE  e spero che ci possiamo trovare tutte per tanto divertimento, chiacchiere e qualche razzolata;)
Oggi vi lascio questo lievitato a parere mio buonissimo, morbido con un ripieno che ho preso da qui e che gli da quel tocco goloso!!!

Ingredienti:
300 gr. di farina “00”
100 gr. di farina manitoba
2 uova
90 gr. di burro
100 ml. di latte
3,5 gr. di lievito di birra disidratato
un cucchiaino di rum

Per la crema al cioccolato:
70 gr. di cioccolato extra fondente Venchi
il succo di un’arancia
1 cuchiaio di zucchero
1 cucchiaio di miele

Per prima cosa prepariamo il lievitino. Mescoliamo in una ciotola 100 gr. di farina con il lievito e 50 ml. di latte tiepido, copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare in forno con la luce accesa preriscaldato a 50° per mezz’ora. Nella planetaria amalgamiamo il burro a temperatura ambiente con lo zucchero e le uova. Aggiungiamo le restanti farine, il rum e il latte. Incorporiamo il lievitino e impastiamo con la foglia a gancio. Quando la pasta si stacca dalle pareti ed e’ lucida e omogenea lo impastiamo un’altro po’ a mano. Formiamo una palla e la mettiamo in una terrina coperta dalla pellicola a lievitare, deve raddoppiare di volume, ci vorra’ circa 1 ora e mezza. Intanto facciamo la crema. Facciamo sciogliere il cioccolato a pezzetti a bagnomari. In un altro pentolino sciogliamo lo zucchero con il succo d’arancia. Lo inseriamo a cucchiaiate nella cioccolata e infine aggiungiamo il miele. Amalgamiamo bene e lasciamo raffreddare. Trascorso il tempo riprendiamo la pasta, la stendiamo in un rettangolo e spalmiamo la crema lasciando liberi i bordi. Arrotoliamo dalla parte piu’ lunga. Tagliamo un pezzo dalla parte finale del rotolo per fare la rosa centrale. Facciamo un taglio su tutta la lunghezza del rotolo dividendolo in due, attenti che uscira’ un po’ di crema. Prendiamo i due capi e li attorcigliamo, formiamo una coroncina con un foro al centro dove mettiamo la rosellina. Lasciamo lievitare coperta fino al suo raddoppio. Cuociamo a forno caldo a 190° per 30/35 minuti. 

Con questa ricetta partecipo al Giveaway  di Claudia . Tesoro questa e’ per te anche perche’ ho visto che ne hai postato una con la forma simile:)

Vorrei anche dedicare questo fiore ad una persona che considero speciale una donna forte ed intelligente per il suo Giveaway . Noi che da foodblogger ci ritroviamo amiche e condividiamo gioie e dolori….

SONO TORNATA CON I PREMI !!!

Eccomi qui con tutte notizie belle!!! Inizio con dirvi che Luna si sta riprendendo bene, e’ stato un periodo un po’ pesante perche’ tra il lavoro e le cure per lei mi prendevano gran parte della giornata e le prime notti non dormivamo perche’ lei aveva dolori e piangeva spesso, ma ora e’ in gran recupero. Voglio anche ringraziare alcune di voi che mi sono state vicino e  mi hanno sostenuta,  per me e’ stato davvero molto importante! Devo dire che mi siete mancate molto anche se vi ho tenuto d’occhio quando potevo!
Scusate il ritardo per il Giveaway ma ora ci siamo!!! Vi ringrazio tutte per la vostra partecipazione cosi’ numerosa e con delle ricette davvero belle e soprattutto golose!!! Ora non mi resta che provarle:)
Ora squillino le trombe e rullino i tamburi……. Ecco le vincitrici….
Mia mamma ha scelto…. Stefania ecco la sua motivazione:
” Questi sono i criteri su cui mi sono basata per decidere: la creativita’, la difficolta’ nell’esecuzione e qualita’ altrettanto importante la presentazione, non a caso infatti si dice che mangiamo anche con gli occhi. La scelta vi assicuro non e’ stata facile perche’ tutte siete state brave e variegate nelle vostre proposte. I requisiti li ho riscontrati nella ricetta di Stefania, alla quale va la palma della vittoria con la sua torta Megeve !!! Un grazie ancora per avermi permesso di fare da giudice e’ stato molto interessante e bello!!!”

Questo e’ il tuo premio:

Ed ora veniamo al secondo premio, alla fine ho deciso di usare Random cosi’ non c’erano fraintendimenti. Io vi avrei fatto vincere tutte perche’ le vostre ricette sono una meglio dell’altra ma purtroppo non ci sono sponsor qui e ho messo dei premi che ho acquistato nelle mie giornate di shopping con la mia mamma!

Ed ora ecco la vincitrice:

Ma chi sara’ il numero 7?! Ma si e’ Carla !!! Con la tua torta di zucca!!!  Complimenti!!!! Tu hai vinto questo set per muffin e tortine.

Ora aspetto i vostri indirizzi per spedirvi i regali!!!!