PANE CASERECCIO CON FARINA DI SEMOLA DI GRANO DURO RIMACINATA E BUON FINE ANNO!!!

Ci penso e ci ripenso… Cosa mi portera’ questo 2013?! Mah ancora non lo so’… So’ che in questo ultimo periodo ho avuto tante soddisfazioni inaspettate (ho anche vinto la sfida del mese di Morena), ho conosciuto gente che mi sta dando molto, sono cresciuta… Non pretendo molte cose, solo un po’ di serenita’ sia per me ma anche per chi ne ha bisogno e io ve la auguro!!! Ho voluto postare questo pane perche’ intanto e’ di Mary  e’ una garanzia e poi e’ una amica a cui tengo molto.  Il pane e’ semplice ma ci vuole cura nel farlo, il suo profumo ci inebria e ogni morso ci  appaga!  Vorrei che l’ anno che arrivera’ fosse come un pane per tutti noi ! Provatelo perche’ e’ facile da fare e al primo boccone ve ne innamorate! Amo la semplicita’ nei rapporti con le persone, nella vita… Se volete dargli brio mangiatelo con del salame o un formaggio, volete dolcezza?! un cucchiaio di nutella!
Ingredienti:

500 gr. di farina di semola di grano duro
300 gr. di acqua a temperatura ambiente
1 bustina di lievito liofilizzato
1 cucchiaino e mezzo di sale
2 cucchiaini di zucchero

Mettete la farina nell’impastatore, poi lo zucchero, il lievito e un po’ d’acqua. Iniziamo ad impastare mettendo sempre l’acqua, aggiungiamo il sale e impastiamo fino a quando il composto non diventa liscio, elastico e omogeneo. Lo mettiamo in un contenitore capiente, copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare per due ore e mezza. Trascorso il tempo gli diamo la forma della pagnotta e stando attenti a non sgonfiarlo lo trasferiamo su una pirofila coperta da carta da forno. Lo cospargiamo di un po’ di farina di semola di grano duro. Con un coltello lo incidiamo a scacchiera e lasciamo lievitare un’altra ora. Cuociamo a forno caldo a 250° per 30 minuti. Una volta sfornato lasciamo riposare per mezz’ora prima di mangiarlo.

Io in questo periodo porto il computer a mio fratello che me lo sta sistemando per cui non so dirvi quando torno, spero presto…
Vi lascio pero’ i miei auguri per un buon fine anno ma soprattutto che il 2013 sia migliore per tutti noi!!!

BISCOTTI AL CACAO E TORRONE

Come avete passato il Natale? Io bene la vigilia con i miei e mio fratello. Ha cucinato mia mamma, una cena  semplice ma l’atmosfera era bella calda. Noi di solito facciamo alla sera per poi fare dei giochi aspettando la mezzanotte per aprire i regali!!! Anche i miei sono come i bambini fremono per scoprire cosa c’e’ dentro i pacchetti. Noi ogni anno facciamo dei piccoli regalini e siamo sempre felici l’importante e’ il pensiero e lo stare insieme. Natale invece quest’anno per la prima volta l’abbiamo fatto a casa nostra e sono venuti i miei e i  suoceri. Una giornata rilassante con buon mangiare oguno portava qualcosa.Piu’ avanti vi postero’ qualche ricettina! Pero’ la cosa piu’ importante e’ che questo Natale per me e’ stato diverso… Ero felice!!! Sono stata bene grazie a tante cose e al calore delle persone che mi circondano. Tanto hanno fatto anche delle amiche blogger che non sto qui a dire i nomi ma voi mie care lo sapete che vi voglio bene per cio’ che mi avete dato!!! Vi ho fatto un piccolo riassunto di questi giorni per non tediarvi troppo. Ora mi prendo questi giorni per rilassarmi un po’ per cui scusatemi se non saro’ molto presente. Pero’ vi lascio questa ricettina tratta dal libro di Nigella Lawson che io mio caro maritino mi ha regalato! Io ho cambiato un po’ la ricetta ma vi metto anche le sue dosi.

Ingredienti per 25 biscotti:
125 gr. di burro ammorbidito
70 gr. di zucchero ( lei 100gr.)
75 gr. di zucchero di canna
1 uovo
200 gr. di farina
20 gr. di cacao amaro ( lei 30gr.)
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale
2 cucchiaini e 1/2 di caffe’ in polvere
150 gr. di torrone a pezzi ( lei 200gr.)
zucchero a velo per guarnire

Montiamo insieme il burro morbido, tutti e due gli zuccheri fino a che sono cremosi, poi aggiungiamo l’uovo e sbattiamo velocemente per amalgamarlo bene. In un’altra ciotola mescoliamo la farina, il cacao, il bicarbonato, il sale e il caffe’. Aggiungiamo lentamente gli ingredienti secchi a quelli umidi, infine aggingiamo il torrone e lo facciamo amalgamare bene. L’impasto sara’ morbido per cui dobbiamo aiutarci con un cucchiaio, con cui prendiamo un po’ d’impasto e lo mettiamo su una teglia ricoperta da carta da forno. Distanziamo i biscotti perche’ in cottura crescono molto. Finito l’impasto inforniamo a forno gia’ caldo a 180° per12/15 minuti. Una volta sfornati li lasciamo raffreddare e li spolverizziamo con lo zucchero a velo.

AUGURI A TUTTI VOI !!!

Oggi niente ricette ma solo parole… Per ringraziarvi del’affetto che mi state dando, per la compagnia che mi fate, per le piccole gioie che mi donate ogni giorno!!! Quest’anno mi avete fatto riscoprire la magia del Natale che all’ultimo e’ riuscita a coinvolgermi. Un vostro pensiero, una mail, una telefonata tutto ha reso questi giorni piu’ belli!!!
Grazie ai miei genitori sempre presenti, a mio fratello che adoro, alla mia Luisa e suo marito, alla mia dolce meta’!!!!
Questo Natale vi auguro con tutto il cuore la gioia che arriva dalle piccole cose, un sorriso, un abbraccio, uno sguardo, il profumo del panettone e dei dolci…
Vi auguro la serenita’ e la pace….
Vi auguro di passarlo con le persone che amate…
Vi auguro un BUON NATALE!!!

TIRAMISU’ PER FESTEGGIARE

Siamo a ridosso delle feste natalizie e io cosa vi posto?! Il tiramisu’ ma dovevo farvelo vedere, anche se non e’ perfetto pero’ dai non e’ male! Mio marito ama il tiramisu’, lui lo mangerebbe sempre, ma vuole quello classico savoiardi e crema al mascorpone con tuorli, zucchero e mascarpone. Un dolce della tradizione trevigiana molto corposo. Abbiamo festeggiato con pochi intimi amici e i genitori, una serata allegra e tranquilla. Mio marito compie 38 anni ma sono sincera non li dimostra. Lo so sono di parte, pero’ e’ una persona attiva, fa sport, intelligente e mi ha conquistata con la sua sensibilita’ che non e’ comune a tutti. Siamo un po’ pazzi insieme, nei viaggi per esempio a Cuba ci hanno detto di non comprare sigari di contrabbando, non salire sui taxi abusivi e molte altre cose e noi anche certe volte involontariamente le abbiamo fatte tutte!!!! Viaggiare insieme e’ sempre un’avventura non amiamo i classici viaggi dove tutto e’ organizzato e restare nei villaggi turistici, noi dobbiamo vivere il posto. La complicita’ e’ cresciuta negli anni e le avversita’ ci hanno unito. Non lo cambierei per nulla al mondo, ma non diteglielo senno’ si gasa;) Ora affrontiamo l’ennesima avventura e chissa’ che il 2013 ci porti fortuna! 
Ora vi lascio la ricetta del mio tiramisu’ perche’  ci sono un infinita’ di varianti.

Ingredienti per uno stampo da 24 cm.:
35 savoiardi
una moka di caffe’ forte
500 gr. di mascarpone
5 tuorli ( solo uova freschissime)
5 cucchiai di zucchero

Per la crema al mascarpone mettiamo in una ciotola i tuorli con lo zucchero e con le fruste li facciamo diventare chiari e spumosi. Aggiungiamo il mascarpone un po’ alla volta e lo amalgamiamo per bene. Prendiamo lo stampo e iniziamo a mettere un po’ di crema sulla base poi imbeviamo i savoiardi nel caffe’, io lo tengo amaro, e li mettiamo sulla base. Mettiamo ancora crema e poi ancora biscotti. Infine ricopriamo tutto con la crema. Mettiamo in frigo per 5/6 ore. Poi attorno ho messo della granella di cioccolato e con il cacao amaro e uno stampo ho fatto le scritte. E’ un dolce semplice:)

CURIOSITA’:

Il tiramisu’ e’ nato a Treviso alla fine degli anni 60′ nel ristorante “alle Beccherie” gestito dalla famiglia Campeol. Questo dolce e’ opera di un cuoco che aveva lavorato in Germania Roberto Linguanotto. Il nome vero sarebbe in dialetto tireme su’ e la ricetta deriva dalo “sbatudin” un composto di tuorlo sbattuto con lo zucchero e utilizzato dalle famiglie contadine  come ricostituente.
IO SONO CURIOSA E TU? Con questa ricetta partecipo a Cucinando Curiosando

NOODLES CON VERDURE E GAMBERETTI

In questi giorni siamo tutti di corsa, io sono sempre in alto mare ma mi sembra di girare come una trottola impazzita!!! Si lavora tanto per fortuna, ma il tempo per cucinare e’ sempre meno. Ieri e’ stato il compleanno della mia dolce meta’ e per festeggiare cosa potevo fare?! Un piatto veloce grazie alla mia dolce Vaty che mi ha mandato i suoi prodotti ho voluto provare le tagliatelle  di soia. Dentro c’era anche un preparato ai gamberetti molto gustoso e allora ho creato un primo cercando si usare anche un po’ di fantasia!
Per il dolce sono rimasta sul classico ma ve lo postero’ piu’ avanti!!!

Ingredienti per 2 persone:
300 gr. di noodles ( tagliatelle di riso thai) piu’ il preparato ai gamberetti
150 gr. di gamberetti
1/2 peperone rosso
1/2 carota nera
scorza di una zucchina
1 cucchiaio di salsa di soia
1 cucchiai0 di salsa di pesce
un cucchiaio di olio

Mettiamo in acqua tiepida i noodles ad amorbidire per 5 minuti. Intanto in 50 ml. di acqua tirpida sciogliamo il preparato ai gamberetti. In una padella antiaderente, mettiamo l’olio i gamberetti fatti marinare prima per 10 minuti con la salsa di soia e la salsa di pesce, il peperone , la scorza della zucchina tagliata a strisce e facciamo saltare per qualche minuto. Versiamo il preparato e i noodles e cuociamo per pochi minuti. In un’altra padella ho fatto saltare a secco le carote nere tagliate a stricioline fine. Mettiamo nei piatti e guarniamo con le carote.
CURIOSITA’:
Le zucchine hanno tante proprieta’ sono fonti di potassio, vitamina A, C , E , di acido folico. Tra le proprieta’ spiccano anche l’azione antinfiammatoria, disintossicante e diuretica, contengono il 95% d’acqua e sono molto utili a combattere infiammazioni urinarie, e disfunzioni a livello intestinale come stipsi e dissenteria. Favoriscono il sonno e rilassano la mente!!! Io ho usato la scorza perche’ li risiede la maggior parte delle vitamine per cui non buttatela mai!!! 

Con questa partecipo