GAMBERETTI AL VAPORE CON VERDURINE IN PADELLA E GRAZIE !!!

In questi giorni stavo pensando a voi … Si a voi, a tutto quello che mi date ma principalmente a quello che fate per me! Sentirvi vicine, il vostro incoraggiamento, la vostra gioia diventa mia e mi fate davvero forza! Qualcuna di voi ha detto che sarete zie virtuali ed e’ vero io vi considero tali e sono tanto fortunata a conoscervi. Lo so sembra strano per internet avere dei rapporti cosi’ ma per me alcune di voi sono speciali, chi ha scritto sul suo blog della gioia provata per me, chi scrivendo privatamente mi ha resa partecipe della sua vita pero’ dandomi forza, voi sapete quanto mi avete dato?! Tanto, qualcosa che mi e’ anche difficile spiegare, io sono cosi’ ve l’ho gia’ detto mi lego velocemente, molte volte prendo delle cantonate incredibili ma poi lo rifaccio!!! Con tutto questo discorso volevo dirvi GRAZIE  ma con tutto il mio cuore!!!! La mia speranza e’ che prima o poi possa incontrarvi davvero per abbracciarvi:-) Silvia io gia’ ti ho incontrata ma la prossima volta ti abbraccio forte!!!!

E ora vi lascio questa ricettina leggera ogni tanto ci vogliono anche queste;-) Questi gamberetti sono speziati io amo il pimento anche nei dolci e lo zenzero lo metterei dapertutto prche’ ha un gusto che mi fa viaggiare nelle terre lontane….

Ingredienti per 2 persone:
200 gr. di gamberetti freschi
5/6 pomodorini
1 patata gia’ lessata
1 broccolo lessato
un cucchiaio di prezzemolo
un po’ di zenzero macinato
un po’ di pimento 
succo di un limone
sale Gemma di mare
olio evo Dante

Alla sera mettiamo i gamberetti a marinare con il succo di limone, il pimento e zenzero . Il giorno dopo li cuociamo a vapore , li saliamo e spolverizziamo con il prezzemolo. Prendiamo i pomodorini e li mettiamo in una padella antiaderente con un filo di olio, saliamo e copriamo, girandoli di tanto in tanto per una decina di minuti a fuoco medio, aggiungiamo i broccolo a pezzi e la patata e sfumiamo con la marinatura dei gamberetti. Il piatto e’ pronto quando si sara’ asciugato dall’acqua la verdura. Impiattiamo e aggiungiamo i gamberetti.

Con questa ricetta parteci po al contest di Monica

In collaborazione con:

PASQUALINA ZUCCA, PORCINI E GORGONZOLA

Sapevo che partecipare al MTC era una bella sfida ma ragazzi qui ho lavorato davvero tanto!!!! Per fortuna Vittoria spiega passo dopo passo come fare la pasqualina. Al’inizio pensavo fosse semplice, faccio le sfoglie, le riempio ed io gioco e’ fatto! Ma tra il dire e il fare come si dice c’e’ una grande differenza!!! Le sfoglie devono essere tirate a mano e allora un po’ aiutata con il mattarello poi ho voluto provare con i pugni come ci spiega per farle piu’ sottili, la prima e’ venuta presa dall’enfasi con la seconda ops buco… Rattoppa e ops un’altro!!!! Per cui ho rimpastato e con calma ce l’ho fatta! E’ tutta questione di calma e poi ammetto ci vuole pratica che io non ho, ci ho messo un pomeriggio per farla!!! Poi c’era il ripieno un occhio alla stagionalita’ niente carne e pesce e ora?! Beh mi viene in aiuto la mia amata zucca!!!! Iniziano ad esserci le prime e per cui ecco il ripieno! Ma il colpo e’ stato quando in cerca della famosa cannuccia mi sono ricordata di averle buttate tempo fa , e ora?! La pasqualina era li che mi guardava… Bene , niente paura ho preso una mezza penna e con quella ce l’ho fatta!!! Alla fine l’abbiamo mangiata… Paradisiaca!!! Sfoglia secondo me riuscita e tutto si fondeva bene, l’abbiamo finita tutta io e mio marito!!! 

Ingredienti:
Per la pasta ho fatto come la ricetta originale qui
300 gr. di farina tipo manitoba
1/2 bicchiere di vino secco
1/2 bicchiere di acqua

Per il ripieno:
200 gr. di zucca cotta al forno
150 gr. di stracchino 
100 gr. di gorgonzola
funghi porcini crudi sotto olio ( fatti da mio suocero)
sale e pepe

Per la pasta mettiamo in una ciotola la farina, versiamo il vino e l’acqua. Impastiamo,  deve risultare morbida ma non appiccicosa. Formiamo un panetto e lo dividiamo in cinque palline. Le copriamo e lasciamo riposare per 2 ore. Trascorso il tempo stendiamo le sfoglie, io prima l’ho fatto con il mattarello e poi con il sistema dei pugni. Ungiamo la teglia con l’olio e foderiamo il fondo con la prima sfoglia che deve ucire dai bordi. ungiamo la pasta di olio e mettiamo la seconda sfoglia. Versiamo la zucca cotta al forno e ridotta in purea precedentemente, mescolata al sale e pepe. Mescoliamo lo stracchino con il gorgonzola e li mettiamo sopra la purea di zucca, infine aggiungiamo i porcini. Riprendiamo a fare le sfoglie sempre fini adagiamo la prima sul composto, anche questa deve debordare. ungiamo con l’olio e facciamola stessa cosa con le altre due sfoglie. Togliamo il bordo in eccesso, lo arotoliamo in modo da chiuderlo ma prima di finire con una cannuccia( io una mezza penna) soffiamo tra uno strato e l’altro , quando e’ ben gonfia sigilliamo bene. Inforniamo per 50 minuti circa a forno gia’ caldo a 180°. Appena sfornata passiamo delicatamente con il pennello un po’ di olio sulla superficie. Non la mangiamo subito, prima perche’ ci ustioniamo poi perche’ la pasta raffreddandosi si ammorbidira’. 

Con questa partecipo al MTC

DOLCE DI ZUCCA E COCCO PER FESTEGGIARE !!!

Questo fine settimana e’ stato pieno di emozioni e ancora fatico a mettere in parole tutto cio’ che ho provato… Nell’adozione ci sono vari step e tempi lunghi questo lo sappiamo tutti, per questo  ogni volta che succede qualcosa per me e’ un passo in avanti e la mia gioia sale alle stelle!!! Pero’ in questi giorni abbiamo fatto un balzo… Noi come vi ho gia’ detto ci siamo affidati a quella internazionale perche’ la nazionale ha tempi biblici. Non vi sto a spiegare la burocrazia che non e’ mai finita ma sabato e domenica avevamo un altro corso e al termine potevamo decidere se dare all’ente il mandato per il paese che avevamo scelto e l’ente doveva decidere se noi eravamo idonei per lui. E’ stato un corso davvero molto bello e interessante dove ho conosciuto persone meravigliose e con certe restero’ sicuramente in contatto. Ieri alle tre in punto avevamo il colloquio eravamo tesi ed emozionati, quando ci hanno confermato la loro disponibilita’ nei nostri confronti la nostar gioia e’ esplosa! Nel momento in cui si firma il documento per l’incarico vuol dire che entro un anno piu’ o meno garantiscono l’arrivo di nostro figlio… siamo genitori e non si torna indietro. Un anno non e’ nulla! Dobbiamo fare la cameretta finire le carte e attendere…ma una dolce attesa! Non vi dico mio marito quando ha firmato con le lacrime agli occhi e’ stato un momento indimenticabile!!!! E ora posso dirvi il paese… Etiopia! Come siamo arrivati qui sarebbe troppo lunga dirvelo, ci sono molte cose da valutare , ma credetemi siamo al settimo cielo!
Allora si deve festeggiare con un dolce e questo e’ stata una sorpresa zucca e cocco un’abbinata per me strana e invece si fonde davvero bene! Ne offro una fetta a tutti voi e gioite con me!!!

Ingredienti per uno stampo da 22 cm.:
100 gr. di farina di cocco
200 gr. di farina integrale
100 ml. di olio di semi
160 gr. di polpa di zucca cotta a vapore
3 uova
50 ml. di acqua bollente
180 gr. di zucchero
1 bustina di lievito
poche gocce di essenza di vaniglia
zucchero a velo e stelline di zucchero per decorare

Montiamo i bianchi a neve ben ferma e mettiamo in parte. In una ciotola capiente amalgamiamo l’olio, i tuorli, l’acqua, la farina di cocco e quella integrale, la polpa di zucca e l’essenza di vaniglia. Usando un cucchiaio di legno mescoliamo bene fino a quando non diventa tutto omogeneo e senza grumi, e’ molto morbido come impasto. Infine aggiungiamo delicatamente gli albumi. Trasferiamo il composto nella tortiera e cuociamo nel forno statico gia’ caldo a 180° per un’ora , ma fate la prova stecchino per sicurezza. Sfornate, lasciate raffreddare e spolverizzate con lo zucchero a velo e le stelline. 

Con questo dolce partecipo al contest di Morena

INSALATA DI RISO VELOCE PER I MIEI

Piatto e forchetta Ecobioshopping
Siamo arrivati al fine settimana , devo dire che questi giorni sono volati e non vedo l’ora che arrivi in wek end perche’ aspetto una svolta… Vi raccontero’! In questi giorni sono dovuta andare in giro con mia mamma per un regalo dei 25 anni di matrimonio dei miei zii. Dovete sapere che mia mamma e’ anche la migliore amica pero’ e’ particolare anche lei. Certo son venuta fuori io poteva mica essere normale?! E’ una maestra in pensione, molto precisa e quando ero piccola con lo studio mi tediava!!! Ora lo fa con altre cose. Pero’ e’ anche la prima persona che se ho bisogno di qualsiasi cosa c’e’. Non crediate che mi dia sempre ragione ma e’ giusto cosi’!!! Non amo quelle mamme che dicono ” a mio figlio e’ bravo in tutto” che cos’e’ un genio?! Abbiamo tutti dei diffetti ed e’ giusto che ci vengano detti per poi smussarli. Mio papa’ invece e’ il contrario, tanto pignola lei quanto con la testa fra le nuvole lui, i miei amici dicono che e’ un incrocio tra un hippye e un cowboy! eh si perche’ guai togliergli i pantaloni a zampa e il suo cappello! Pero’ e’ la bonta’ in persona quando ero piccola e tornava tardi da lavoro stanchissimo trovava sempre un attimo per giocare con me o per raccontarmi una fiaba e non ci ha mai fatto mancare nulla! Sinceramente non li cambierei e devo solo ringraziarli per cio’ che mi hanno dato e insegnato!
Questa ricetta e’ per mia mamma perche’ udute udite non ama cucinare, io ho preso da mia nonna che non c’e’ piu’ e lei romagnola doc era una sfoglina e che pasta ci faceva! Vi dicevo quest’insalata e’ veloce lo so e’ una non ricetta di quelle che piaccino ai miei:-)

Ingredienti per 2 persone:
2 tazzine da caffe’ di riso Acquerello
una confezione di insalata ortolana Mareblu
saleGemma d imare

Facciamo lessare il riso nell’acqua salata. Lo scoliamo per bene. Prendiamo una ciotola versiamo l’insalata ortolana e condiamo. Lasciamo raffreddare e serviamo.
Tutto qua?! Si ma credetemi e’ piaciuta e questo e’ l’importante:-) Ogni tanto qualche non ricetta serve!!!
BUON FINE SETTIMANA A TUTTI !!!

LE PIZZETTE NATE A CAMELOT

Per fortuna e’ tornato il sole e si sta davvero bene! Oggi vi parlo di questa ricetta perche’ e’ una di quelle cose che frullano in testa per tanto tempo dopo che le hai viste e alla fine questo impasto dovevo provarlo. Ma dove l’ho visto?! Nel stupendo blog La casa di Artu’ , lei diceva che era nato per un reciclo e che di solito non fa la pasta cosi’. Bene io l’ho provato perche’ di solito il mercoledi’ andiamo a giocare a poker, non sono una giocatrice incallita ma ci ritroviamo per stare in compagnia, delle chiacchiere e mangiucchiare qualcosa, cosi’ ho fatto delle pizzette. Volete sapere come e’ andata?! Alla fine non ho vinto, ma le pizzette sono andate a ruba e ho ricevuto un sacco di complimenti… Questa si che e’ una vittoria:-)

Ingredienti per 35/40 pizzette:
1 bustina di lievito secco
500 gr. di farina “00”
300 gr. di acqua
10 gr. di olio evo Dante
1 cucchiaino di zucchero
10 gr. di sale

Per la farcitura:
passata di pomodoro bio
mozzarella
pepe

Lei qui lo ha fatto con il bimby io non avendolo l’ho fatto a mano. Mescoliamo la farina con il sale in una ciotola, il lievito, lo zucchero, e iniziamo a versare tutta l’acqua tiepida. Impastiamo energicamente per dieci minuti, l’impasto e’ molle io mi sono unta le mani. Mettiamo in una ciotola copriamo con la pellicola e lasciamo riposare una notte in frigo. Riprendiamo la pasta, ci ungiamo le mani e iniziamo a fare delle palline che poi appiattiamo di uno spessore di circa 2 cm. la grandezza decidete voi. Le mettiamo su una teglia e ci spalmiamo la passata di pomodoro e un pizzico di pepe. Io ho fatto la prima cottura cosi’ a forno 200° per 15 minuti. Poi ho messo la mozzarella e le ho lasciate cuocere altri 5 minuti. Semplici veloci e buone!!!